In programmazione

   dal 25 al 30 settembre

Prima proiezione ore 18:30

 

Seconda proiezione ore 21:00

 

 

 

Trama

Tenet, il film diretto da Christopher Nolan, è ambientato nel mondo dello spionaggio internazionale, dove le nazioni si uniscono, al di là dei loro interessi, per risolvere un enigmatico intrigo. Al Protagonista (John David Washington), un agente ben addestrato e molto sensibile, viene assegnato un importante compito: fermare quella che potrebbe rivelarsi come un’apocalisse planetaria, una minaccia peggiore dell’Armageddon. Ma in questa ardua missione non sarà solo, in suo aiuto accorrerà un partner (Robert Pattinson) e sua vecchia conoscenza.
L’unico modo per salvare il mondo sembra essere racchiuso in una misteriosa parola, Tenet. Per fronteggiare la minaccia globale, infatti, i due agenti speciali dovranno svolgere le loro azioni in qualcosa al di là del tempo reale e dovranno essere in grado di attuare una manipolazione temporale, nota come inversione. Non si tratta di un viaggio nel tempo, ma di un’alterazione del flusso, che apporta una deviazione del corso naturale cose. L’inversione è l’idea della materia con una sua entropia invertita, quindi attraversa il tempo in senso inverso, relativamente a noi. È un’arma a doppio taglio, perché se impiegata su larga scala potrebbe diventare una forma di terrorismo e allo stesso tempo è il mezzo più efficace che il Protagonista e il suo partner hanno per salvare l’umanità ed evitare una terza guerra mondiale.

Il film presenta un cast d’eccellenza, formato, oltre che dai due protagonisti principali, da Aaron Taylor-Johnson, Elizabeth Debicki, Himesh Patel e altri grandi nomi, come Kenneth Branagh e Michael Caine.

Recenzioni

È tempo di salvare il mondo, di nuovo, per Christopher Nolan. Il tempo rimane una sua ossessione chiave, come dimostra la sua filmografia, specialmente quella recente, ma in Tenet si sfumano le priorità e l’inversione temporale, il vagare avanti e indietro fra passato e presente, con il corollario di conseguenze cruciali nel suo avanzamento lineare, lascia intravedere qualcos’altro. Una dimensione diversa, meno predicatoria e magniloquente: quella del gioco. A sorpresa, infatti, Tenet è in fondo uno dei film in cui Nolan si prende meno sul serio. Dopo aver salvato il mondo con il (vero) sangue e coraggio di milioni di soldati in Dunkirk, qui mette in scena una lotta quasi personale fra il Protagonista, con un pugno di suoi complici, e un cattivo declinato, in maniera liberatoria, al singolare. 

Il Nolan di Tenet è interessato all’illusione, al trucco, al punto che ci sembra The Prestige il suo lavoro più affine, nonostante tutte le speculazioni latine su Tenet o gli spiegoni che si alternano a ritmo frenetico, che non sono altro che la cortina di fumo dell’illusionista all’opera per distrarre lo spettatore, distogliendolo dalla sua vera intenzione. Per farlo si affida al più trasformista dei generi, lo spionaggio, in cui niente e nessuno è quello che sembra, in cui per definizione è tutto un trucco e un inganno. Tanto quanto un numero di magia è riuscito se il pubblico non si accorge del trucco, l’intervento del Protagonista e del suo strano corpo speciale è efficace se il mondo non saprà mai che sono intervenuti. La croce e delizia di ogni agenzia di intelligence che si rispetti. 

Sheda
Data di uscita:26 agosto 2020
Genere:Azione, Fantascienza, Thriller
Anno:2020
Paese:Gran Bretagna, USA
Durata:149 min
Distribuzione:Warner Bros. Pictures
Sceneggiatura:Christopher Nolan
Montaggio:Jennifer Lame
Produzione:Warner Bros. Pictures, Syncopy

Vuoi ulteriori informazioni?